lunedì 30 aprile 2012

Il Jazz (e altro) a Milano: maggio 2012

Una piccola precisazione: questa rubrica, non ha lo scopo di segnalare tutti i concerti del mese.
Sarebbe impossibile e, soprattutto, non è mia volontà elencare tutta la musica programmata a Milano. 
E' mia intenzione citare solo i concerti che ritengo, a mio avviso, interessanti.
Tutto ciò che non è di seguito indicato, forse mi è oscuro o, molto più probabilmente, non m'interessa.

La Salumeria della Musica
via Pasinetti 4 - Milano
da non perdere:
Folco Orselli il 3
Paola Turci il 10
Tom's Family l'11
Randy Brecker 5et il 19
Mariella Nava il 21
Allan Holdsworth il 23
Stefano Bagnoli We Kids Trio il 24

Blue Note
via Borsieri 37 - Milano
da non perdere:
Tuck & Patti dal 3 al 5
Ernie Watts il 10
Brand New Heavis l'11 e il 12
Dado Moroni e Max Ionata il 13
Dave Douglas il 16
Lou Donaldson il 22
Yellowjackets dal 23 al 25
Kurt Elling il 26
Gregory Porter il 30

Rassegna Easy to love
Teatro Ariberto
Via D. Crespi 9 - Milano
da non perdere
Caterina Palazzi 4et il 18

Sunomi
Via Popoli Uniti, 21 - Milano
da non perdere
Ricci-Meneghello-Bagnoli trio il 3
Alberto Gurrisi 4et il 18

Fermento
via Ugoni 18 - Milano
da non perdere
Founda(c)tion il 9

Black Gusto e Mamma Oliva
via Battistotti Sassi, 11 - Milano
da non perdere
Mattia Cigalini ft Tullio De Piscopo il 3

Teatro Dal Verme
via San Giovanni sul Muro 2 - Milano
da non perdere
Guy Davis il 12

Teatro Franco Parenti 
via Pier Lombardo 14 - Milano
da non perdere
Pacifico il 14

mercoledì 25 aprile 2012

Patti Austin al Blue Note di Milano

Venerdì sera al Blue Note salirà sul palco Patti Austin.
Sono innamorata di Lei da sempre.
Ero bambina e l'ascoltavo cantare quelle canzoni strappalacrime, in pieno stile anni '80 - un grande stile, s'intende - qualche volta accompagnata da James Ingram, altre da George Benson o Luther Vandross, altri miei amori infantili.
Dopo le ferali vicende emotive degli ultimi giorni e le infinite giornate lavorative che mi tolgono il respiro, il concerto della Austin è un meritatissimo premio che non potrò fare a meno di regalarmi.
La Musica è sempre il miglior cerotto per l'anima.


27 aprile 2012 - ore 21 e 23.30
Blue Note
via Borsieri 37 - Milano
Patti Austin voce
Peter Lübke batteria
Christian von Kaphengst basso
Olaf Polziehn piano
biglietti € 43-38

mercoledì 18 aprile 2012

La Musica è cura

Navigando pigramente nella rete, mi sono ritrovata commossa davanti a questo video.


L'anziano signore, silenzioso e immobile, ritrova lucidità e forza non appena indossa l'iPod e inizia ad ascoltare jazz. 
Oliver Sacks, il famoso neurologo autore di libri come "Risvegli" (da cui fu tratto l'omonimo film con Robert De Niro e Robin Williams) e "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello", appare brevemente nel video e in poche parole ci racconta l'effetto della musica sul cervello: può stimolarlo fino al punto di riportarlo in vita
Se volete approfondire l'argomento, consiglio caldamente la lettura di "Musicofilia / Racconti sulla musica e il cervello" dello stesso Sacks, edito da Adelphi nel 2008: "Quando ricordiamo una melodia, essa suona nella nostra mente, ridiventa viva. Richiamiamo una nota alla volta e sebbene ogni mota riempia interamente la nostra coscienza, simultaneamente entra in rapporto con il tutto. E' come quando camminiamo o nuotiamo, lo facciamo compiendo un passo o una bracciata alla volta, eppure ogni passo e ogni bracciata é parte integrante di un tutto"
Allora penso a Tom Harrell, divino musicista che domina la schizofrenia attraverso le note. 
A Melody Gardot, che grazie alla musicoterapia ricominciò a parlare, dopo il terribile incidente che la travolse nel 2003.
E penso alla mia mamma, che dimentica tutto ma che si ricorda sempre di canticchiare. 
La Musica è dono e cura. 
La Musica è Vita.

martedì 17 aprile 2012

Esce oggi "Zenzi" di Dino Rubino

Questo è un disco da avere.
Ho avuto il piacere di ascoltarne qualche brano dal vivo più di un anno fa, alla Salumeria della Musica, dove Dino Rubino tornerà domani sera, a presentare ufficialmente il disco che omaggia la figura di Miriam Makeba.
Con Paolino Dalla Porta al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria, "Zenzi" gode della produzione di Paolo Fresu, tra i primi a credere nelle grandi doti del pianista e trombettista siciliano.
Un vero talento della nostra bella Italia, da valorizzare ed esportare, come simbolo di creatività e impegno.
Una serata da non perdere e un disco da comprare.


18 aprile 2012, ore 22:30
La Salumeria della Musica
via Pasinetti 4 - Milano 
Dino Rubino trio
Dino Rubino pianoforte
Riccardo Fioravanti contrabbasso (guest in sostituzione di Paolino Dalla Porta)
Stefano Bagnoli batteria

lunedì 16 aprile 2012

"Respiro" di Joe Barbieri, il 19 aprile alla Salumeria della Musica

Non mi sono dimenticata di Joe Barbieri.
Ecco, era necessario premetterlo, perchè mi rendo perfettamente conto di essere in ritardissimo nel raccontare "Respiro", uscito ormai qualche settimana fa.
A mia difesa posso solo dire che:
- lavoro 12 ore al giorno
- ho il braccio destro fuori uso a causa di una simpatica vertebra cervicale, e scrivere, dopo 12 ore d'ufficio, è un'attività un filino dolorosa
Ma Joe vale abbastanza per sfidare stanchezza e immobilità, quindi eccomi qui, ad ascoltare e scrivere, come se il 20 marzo fosse dietro l'angolo.
Il disco si apre con "Zenzero e cannella", una melodia fresca e leggera, a cui segue "Scusami", primo colpo al cuore di una lunga serie.
E così prosegue la track list, alternando canzoni leggiadre a temi struggenti, che toccano l'anima nel profondo, come la splendida "Un regno da disfare", resa ancor più speciale dalla partecipazione di Stefano Bollani al pianoforte.
Le mie preferite?
"Sostanza e forma", perchè nelle parole "vane le sere appese a un filo, vane le scene di questo addio, vana la forma che non ha sostanza e ogni tentativo di resistenza" sono racchiusi gli ultimi cinque anni della mia vita; "E vase annure", perchè la lingua napoletana accompagnata dalla tromba di Fabrizio Bosso è una delle meraviglie del mondo; "Diario di una caduta", che nell'unione delle voci di Joe e Jorge Drexel, incarna il romanticismo supremo di un amore ferito.


La voce di Gianmaria Testa in “Le milonghe del sabato” è un tocco d'indispensabile ruvidità, nella raffinatezza di un tango passionale e trascinante.
Il disco si chiude con "Il balconcino del quinto piano", un arrivederci intriso di delicata poesia. "Respiro" è un tesoro da custodire, un disco che appartiene a tutti coloro che gli hanno voluto bene fin dal concepimento, a tutti quelli che, donando qualche spicciolo, hanno contribuito alla sua nascita.
Joe è un artista da esportazione e "Respiro" è uscito, sta uscendo e uscirà in ben 62 paesi del mondo, dove sarà certamente amato quanto i suoi predecessori, "In parole povere" e "Maison Maravilha".
Questi sono i momenti in cui sono fiera di essere italiana.

Joe Barbieri - Respiro (Microcosmo Dischi)


Joe Barbieri sarà a Milano giovedì 19 aprile, in concerto alla Salumeria della Musica.

mercoledì 11 aprile 2012

I torinesi lo fanno meglio...

E' un festival nato tra mille polemiche, alcune decisamente sterili, altre probabilmente sensate.
Resta il fatto che la città di Torino batte quello di Milano e, in vista della prima giornata internazionale del jazz, organizza una manifestazione tutta dedicata a questo genere musicale, con decine di concerti GRATUITI e di altissima qualità artistica, nazionale e internazionale, che impregneranno la città per cinque giorni, dal 27 aprile al 1° maggio.
E a me viene una gran voglia di trasferirmi sotto la Mole.


Il programma del Torino Jazz Festival

venerdì 27 aprile


piazza Valdo Fusi ore 18
Buena Vista Italian Jazz
Franco Cerri, chitarra
Dino Piana, tromobne
Renato Sellani, pianoforte
Luciano Milanese, contrabbasso
Gianni Cazzola, batteria

piazza Castello ore 21
YellowJackets
Russell Ferrante, pianoforte, tastiere
Bob Franceshini, sassofono
Felix Pastorius, basso elettrico
Will Kennedy, batteria

sabato 28 aprile

piazza Valdo Fusi ore 18
Ahmad Jamal
Ahmad Jamal, pianoforte
James Cammack, contrabbasso
Manuel “Manolo” Badrena, percussioni
Herlin Riley, batteria

piazza Castello ore 21
Dionne Warwick & Torino Jazz Orchestra

domenica 29 aprile

piazza Valdo Fusi ore 18
Ray Gelato & His Giant Orchestra

piazza Castello ore 21
Billy Cobham Band

lunedì 30 aprile

piazza Valdo Fusi ore 18
“Hamp The Champ" - All Star Celebration Of Lionel Hampton
Jason Marsalis, vibrafono
Kevin Mahogany, voce
Jacey Falk, voce ospite
Anders Bergcrantz, tromba
Ronald Baker, tromba
Claus Reichstaller, tromba
Jesse Davis, sax alto
Pee Wee Ellis, sax tenore
Lothar van Staa, sax tenore
Markus Bartelt, sax baritono
Robin Eubanks, trombone
Sharp Radway, pianoforte
Martin Gjakonovski, contrabbasso
Mario Gonzi, batteria

piazza Castello ore 21
Carla Bley Turin Project Big Band
featuring Steve Swallow & Andy Sheppard
Carla Bley, pianoforte
Steve Swallow, contrabbasso
Andy Sheppard, sassofono

martedì 1° maggio
piazza Castello dalle ore 17

CFM Quartet
Fulvio Chiara, tromba
Fabio Gorlier, pianoforte
Mauro Battisti, contrabbasso
Alessandro Minetto, batteria

Chorus
Francesca Repetto, soprano
Laura Borgialli, soprano
Luciana Biasiol, contralto
Daniele Carboni, tenore
Mario Allia, direttore, tenore
Alberto Braghieri, tenore
Pier Carlo Aimone, basso

Lino Patruno Jazz Show
Fabrizio Cattaneo, tromba
Luciano Invernizzi, trombone
Claudio Perelli, clarinetto, sax
Laura Fedele, pianoforte, voce
Lino Patruno, banjo
Aldo Zumino, contrabbasso
Walter Ganda, batteria

Greg and the Swingin’ Storm
Claudio "Greg" Gregori, chitarra e voce
Carlo Ficini, trombone e cori
Mario "Rollo"Caporilli, tromba e cori
Giorgio Cuscito, sax tenore e cori
Attilio Di Giovanni, pianoforte
Francesco Redig De Campos, basso
Alfredo Agli, batteria

Chiara Civello featuring Fabrizio Bosso
Chiara Civello, voce
Marco Siniscalco, basso
Fabrizio Fratepietro, batteria
Nicola Costa, chitarra
Tba, tastiere
Fabrizio Bosso, tromba

Trio Rosenberg & Friends
Stochelo Rosemberg, chitarra solista
Nonnie Rosemberg, chitarra
Nous'che Rosemberg, contrabbasso
Christian Van Hemert, violino
Pieter Beets, pianoforte
Eddie C, percussioni e voce

Peppe Servillo in Memorie di Adriano
Peppe Servillo, voce
Javier Ginetto, sax
Fabrizio Bosso, tromba
Rita Marcotulli, pianoforte
Furio Di Castri, contrabbasso
Mattia Barbieri, batteria

Stefano Bollani Danish Trio
Stefano Bollani, pianoforte
Jesper Bodilsen, contrabbasso
Morten Lund, batteria

Il programma del Fringe Festival

martedì 10 aprile 2012

30 aprile 2012: la prima Giornata Internazionale del Jazz

A Milano sono ormai in pochissimi quelli che ancora se lo filano, ma nel resto del mondo il Jazz mantiene una sua scintillante dignità. 
Non è un caso, infatti, che l'Unesco, l' Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura, abbia deciso di proclamare il 30 aprile Giornata Internazionale del Jazz, perchè la musica afroamericana è "uno strumento di sviluppo e crescita del dialogo interculturale volto alla tolleranza e alla comprensione reciproca"
Per i prossimi anni a venire, il 30 aprile si celebrerà in tutto il mondo questa iniziativa, attraverso alcuni eventi musicali. 
Presidente mondiale per questa prima edizione è Herbie Hancock, che suonerà a Parigi. 
A Roma, in sala Petrassi all' Auditorium, si esibiranno in trio Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e il batterista Jeff Ballard

E a Milano? 
Ancora nessuna iniziativa in programma. 
Aspettiamo fiduciosi l'organizzazione di uno straordinario e indimenticabile concerto.

domenica 1 aprile 2012

Il Jazz (e altro) a Milano: aprile 2012

La Salumeria della Musica
via Pasinetti 4 - Milano
da non perdere:
Tom's Family il 6
Fononazional il 7
Renato Sellani il 12
Fabio Concato il 17
Dino Rubino trio il 18
Joe Barbieri il 19
Francesco Cafiso Island Blue Quartet il 24

Blue Note
via Borsieri 37 - Milano
da non perdere:
Gretchen Parlato il 4
Robin MacKelle il 5
Roberto Cecchetto trio il 6
Rosalia De Souza il 14
Bebo Ferra trio il 15
Marcus Miller dal 18 al 21
CopaRoom il 22
Ivan Lins il 25
Patti Austin il 27
Chihiro Yamanaka trio il 29

Fermento
via Ugoni 18 - Milano
da non perdere:
Max De Aloe trio il 3
Bjørn Solli trio il 17
The Thieves il 24

Piccolo Teatro Strehler
Largo Greppi - Milano
da non perdere:
Il Mondo Musicale di… George Gruntz (solista ospite Franco Ambrosetti, tromba) il 2

Rassegna Easy to love
Teatro Ariberto
Via D. Crespi 9 - Milano
da non perdere
Guano Padano il 20

Black Gusto e Mamma Oliva
via Battistotti Sassi, 11 - Milano
da non perdere
Gegè Telesforo il 5

Sunomi
Via Popoli Uniti, 21 - Milano
da non perdere
Eleonora D'Ettole 4et trio il 14
Michael Blake trio il 21
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...